RSS

Archivi tag: Cultura Gay

Per Riflettere Insieme Di Equità – Dalla Biblioteca Comunale Francesca Sanna Sulis di Quartucciu per i Diritti Civili

Una riflessione che ho sempre sostenuto negli anni: i libri possono salvare vite. E lo fanno in tanti modi diversi: Leggere aiuta a uscire dal proprio baratro individuale, ti mette le ali addosso e soprattutto ha il potere di stimolare le coscienze di chi si imbatte negli argomenti, nelle tematiche varie, per potersi fare una propria opinione.
E con questa premessa ho il piacere di segnalare l’iniziativa della biblioteca Comunale di Quartucciu che ha realizzato una bibliografia Pride raccogliendo tutti i testi e i filmpresenti in catalogo che raccontano l’omosessualità. E non solo: è stato creato nella biblioteca uno spazio dedicato e consultabile dai lettori, per permettere a chiunque interesse di leggere e conoscere le nostre storie. Quelle universali, comuni a tutti.
IMG-20180730-WA0008
(foto gentilmente fornita dalla Biblioteca Comunale di Quartucciu)

Il Progetto, portato avanti dallo Staff operativo della Biblioteca, da sempre in prima linea per i Diritti di tutti, si chiama “Per Riflettere Insieme Di Equità – Qualche libro Oltre l’arcobaleno” ed è consultabile via web sul sistema bibliotecario Ladiris.
(Per i più pigri, la bibliografia è scaricabile anche da qui: Per_Riflettere_Insieme_Di_Equità__Qualche_libro_oltre_l_arcobaleno )
Che dire di più?
Io lascerei parlare i libri, mi limito a fare due cose:
Il primo è un invito ad andare in Biblioteca, è un luogo bellissimo di aggregazione di coscienze civiche perché… credetemi. I libri sono quei sogni che consentono a un’unica persona di poter vivere tante vite diverse, e a mettersi in ciascuna in quei panni. Potreste scoprire che l’essere umano ama comunque, allo stesso modo, a prescindere dall’oggetto dei nostri desideri.
La seconda è ringraziare il gruppo di collaboratori che ha reso possibile tutto questo. Davvero, grazie.
Quello che avete fatto è fantastico e, a nome di tutti coloro che lottano giorno per giorno contro l’odio e l’omofobia.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 luglio 2018 in Blog, Letteratura, Vita

 

Tag: , , , , , , , ,

Vi presento Avrei voluto essere lì

Un bel po’ di commozione e senso d’attesa mi accompagna con questo post. Oggi esce un romanzo a cui tengo particolarmente. Perché?
Perché è stato scritto in una fase particolare della mia vita, in cui avevo bisogno di fissare dei punti fermi, di riesumare alcune esperienze per poterle, finalmente, affrancare da me.
Non ve lo nego, è un romanzo crudo, che spiattella la realtà senza troppi giri di parole. Ma alla fine, penso che sia anche un portatore di speranza. Non solo per chi si è lasciato certe situazioni alle spalle, ma soprattutto per chi, in futuro, non sia più obbligato a viverle.
Vi presento Avrei voluto essere lì

mastinu_avrei_volut#521EA2F

«Avrei voluto essere lì
in quei momenti bui del passato nostro.
Per dirti tutte le parole che avrei voluto sentirmi dire.»

Questa è una storia come tante, una storia come poche. La biografia di tanti ragazzi gay felici dopo aver percorso il loro sentiero della dignità, ma potrebbe essere la storia di tanti ragazzi con un finale più tragico. Certe parole e certi gesti si imprimono come un marchio sulla carne e ne rimane vittima anche Edoardo. Già a dieci anni deve affrontare il compagno Christian che lo aggredisce all’uscita di scuola: frocio, gli dice. Per Edoardo è un universo che si svela.
Avrei voluto essere lì è una guerra tra ciò che sei e ciò che gli altri vogliono che tu sia, e l’ultima battaglia avverrà nella camera ardente della pubertà, dove Edoardo farà i conti con tutte le discriminazioni subite.
Questo romanzo accarezza la privazione degli affetti, cerca redenzione per la colpa di essere nato così, frocio, per arrivare a comprendere finalmente che ci vuole coraggio per crescere in un mondo di omofobi.

Titolo: Avrei voluto essere lì
Autore: Francesco Mastinu
Editore: goWare
Collana: Pesci Rossi – LGBT
Pagine: 278
ISBN e-book: 978-8833630632
ISBN cartaceo: 978-8833630625

Disponibile nei maggiori store online e nelle librerie

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 25 luglio 2018 in Blog, Letteratura, Vita

 

Tag: , , , , ,

Le canzoni di Tienimi con te[Playlist]

Ed eccoci di nuovo a un altro appuntamento che vuole svelare un po’ ciò che sta sul retro delle mie storie, e stavolta è il turno di Tienimi con te. Secondo voi, un romanzo con uno sfondo d’ambientazione musicale, poteva non avere una colonna sonora?
Ma vi dirò di più: in questo romanzo in particolare mi sono concentrato in particolare sulle canzoni che mi hanno accompagnato nella sua stesura, tanto che i titoli di ciascun capitolo sono tratti da alcune di queste canzoni. Siete curiosi di indovinare quali? Beh, seguitemi allora 🙂

Iniziamo con l’individuare la canzone che di sicuro ritengo centrale per tutta la storia. Esattamente questa, che io trovo bellissima (e non vi dico che cosa sia eseguita in live con il solo pianoforte da Mario Venuti… ve lo lascio immaginare!)

E poi, nell’ordine, le altre canzoni della Playlist:

Mario venuti – Veramente

Fugees – Killing me softly

Matt Alber – New York city

Ace of base – Whispers in blindness

Luca Barbarossa – Portami a ballare

Goo goo dolls – Iris

Bruce Springsteen – Sad eyes

U2 – Beautiful day

Gary Go – Wonderful

Tracy Chapman – Fast car

Adele – Hello

Dakota – Fast car remix

Coldplay – Viva la vida

James Hersey – Miss you

Naughty boy – No One’s here to sleep

Lukas Graham – 7 years

Peter Gabriel – Listening wind

The Ark – it takes a fool to remaine sane

Beyonce – Halo

Mika – Staring at the sun

Laura Pausini – Simili

Ryan Star – Losing your memory

The calling – Wherever you will go

Donna Lewis – I could be the one

Peter Cincotti – Goodbye Philadelphia

Ed Sheeran – Kiss me

Shawn Mendezz – Treat you better

Buon ascolto!

33471880_1688515614551230_6178141233584537600_n

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 12 luglio 2018 in Blog, Letteratura

 

Tag: , , , , ,

Un perché dobbiamo. Sardegna Pride 2018

Leggevo in giro per la rete tante opinioni in questi giorni sull’argomento. Tante esternazioni di affetto e altrettante perplessità su eccessi e manifestazioni poco consone alla richiesta di pari diritti. Ecco, potrei scriverlo il mio sermone.
Racconterei di come nasce il Pride nel lontano 1969, di cosa significhi essere liberi di poter essere se stessi, di quanto in verità quella della nostra rivendicazione altro non sia che una rivoluzione gentile, unico caso di divertimento e spensieratezza tra le marce di dissenso. E poi… poi mi imbatto proprio sullo spot del Pride di Londra:

E le parole scappano via. Perché in poche immagini ci racconta perché dobbiamo esserci.
Perché alla fine il Pride non è altro che l’essenza stessa dell’orgoglio di cittadinanza. Manifesta l’orgoglio di essere ciò che siamo, il poter esistere. L’orgoglio di amarci l’un l’altro perché essere umani significa proprio trovare l’anima affine che ci stimoli mente anima e corpo a prescindere da chi sia l’oggetto dei nostri desideri.
Ma soprattutto vorrei concentrarmi sull’Orgoglio nel voler bene a noi stessi, perché meritiamo rispetto ed equità, a partire proprio dalla propria coscienza.
E questo concetto nessuno potrà offuscarlo: né religioni dell’odio, né populismi politici e tantomeno l’ignoranza di chi non vuole ascoltare la nostra verità di essere sociali al pari di tutti gli altri.
Per cui, poche storie.
Sabato 7 giugno ci aspetta il Sardegna Pride a Cagliari, e noi ci saremo. Con amore, allegria, voglia di esistere.
Qui l’evento con tutte le informazioni sul caso.
Sotto, per quelli più titubanti, lo spot del Sardegna Pride. Scoprirete che saremo davvero tutti lì.

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 luglio 2018 in Blog, Vita

 

Tag: , , , , , ,

Presentazione di Oltre l’arcobaleno Volume III a Roma[SEGNALAZIONE]

32203001_10204395126193537_737263979973312512_o

Con estremo piacere, in collaborazione con il Gay Center e Arcigay Roma, venerdì 22 giugno presso la sede del Gay Center, dalle ore 18, vi attendiamo! Saranno presenti alcuni autori.
Maggiori dettagli qui.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 14 giugno 2018 in Blog, Letteratura

 

Tag: , , ,

Share Party di Triskell per Tienimi con te

Ed ecco la prima iniziativa dedicata a Tienimi con te: Lo share party sulla pagina dell’editore. Per partecipare, basta seguire le indicazioni contenute in questo post.

Mi raccomando, avete tempo sino a sabato!

34702362_1703169869752471_1753087856454139904_n

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 8 giugno 2018 in Blog, Letteratura

 

Tag: , , , , ,

Il nostro amore esiste

In un’epoca dove certi valori dovrebbero (il condizionale è obbligatorio, a quanto pare) ormai essere consolidati, succedono cose, dichiarazioni o meglio ancora esternazioni da parte di alte cariche dello Stato che disattendono i principi basilari come il rispetto e l’equità a vantaggio di idee anacronistiche. Eppure… eppure.
Succede che per anni si è lottato, ottenendo tanto nei paesi più evoluti del globo, succede che oggi è meno difficile accettarsi e comprendere che amarsi non è sbagliato e che nella nostra quotidianità sappiamo essere famiglie con la pretesa(o meglio, il diritto) di essere al pari delle altre. Succede che ci sono gli storti che ci odiano perché sono loro ad avere problemi e non noi, succede che siamo mariti di mariti, mogli di mogli, genitori di figli e capaci di essere portatori di messaggi positivi per chi ancora oggi vive la propria sessualità come un incubo.
Eppure, succede che ci amiamo. Che è vero che siamo famiglie e questo fatto non può cancellarlo un Ministro in nome di un suo personale credo che è sbagliato e contraddittorio. Perché anche il Vangelo ce lo ha detto che Dio è amore e noi, davvero, amiamo. Ce lo ha confermato Budda, forse persino Maometto. La verità è che non importa.
Secoli di discriminazione e siamo oggi qui a ricordarlo a testa alta. Anni di lotta e di diritti che pian piano raggiungiamo, anche quando ci minacciano di volerli cancellare.
Siamo stelle, amanti, foglie che si agitano al vento come cuori ribelli ma rimaniamo noi.
Qualche anno fa dissero che l’amore vince, e io ci credo che è così.
Succede che le nostre famiglie esistono e che noi siamo membri attivi di una società civile destinata ad andare avanti nella pluralità delle nostre vite, che nessun presunta convinzione potrà far retrocedere. Solo avanti.
Per questo non possiamo stare fermi, non dobbiamo arrestarci, ma continuare ad amare.
Perché il nostro amore, esiste.
Lo grido forte, con tutto il fiato. Il nostro amore esiste e resiste.
#ilnostroamoreesiste #ilnostroamoreresiste ed è quello che siamo, per cui vale la pena di continuare a lottare.

???????????????????????????????

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 giugno 2018 in Blog, Vita

 

Tag: , , , , , , ,