RSS

Diario di viaggio #7

14 Gen

 

La prima nota positiva del safari serale è che ho realizzato il mio sogno da bambino: vedere dal vivo (e non dietro le sbarre) i leoni. Diciamo che sono state, quelle di ieri sera, 3 ore piuttosto intense. Abbiamo visto giraffe, zebre, antilopi impala tutti in libertà.

Abbiamo anche incontrato la crudezza della natura: il branco dei leoni aveva appena ucciso e mangiato una preda.Qui un po’ mi sono interrogato sul senso di crudeltà: la natura è crudele, così a primo impatto, o la crudeltà è un concetto umano?

Sinceramente io propendo per la seconda. Il branco uccide per sopravvivenza, ma non si pone scrupolo morale se non quello di vivere. L’uomo purtroppo sa essere crudele a prescindere e in miliardi di posti diversi.o

Eh sì, stare qui nella riserva mi ha regalato il vero senso di Africa, che è quello che mi piace di più sinora.
Andando oltre, abbiamo visto anche gli avvoltoi appollaiati in attesa della carcassa, e dopo siamo stati portati in un luogo riservato del parco, interdetto ai cacciatori, per conoscere la colonia di bufali, attualmente non inserita nel resto per ripascimento della specie. Qui ci è stata raccontata una storia carina: Bufalo (perché non gli hanno dato il nome) è stato prematuramente abbandonato dalla madre ancora lattante perché lei era di nuovo in calore. Non essendo sviluppato, rischiava morte certa se gli uomini della riserva non lo avessero portato da una pecora che lo ha allattato e, in un certo senso, adottato.

Morale della favola: ancora oggi Bufalo sta nella mandria, cresciuto, ma predilige la compagnia della sua “mamma” pecora, non mischiandosi con gli altri animali. Io ho trovato questa storia tenerissima, oltre che educativa: amare va oltre le differenze. Lo hanno capito gli animali, perché l’uomo ancora non ci riesce?

Dovevate vedere come correvano e giocavano felici, ci hanno rincorso per tutto il tempo.

Le tre ore di safari, concluse al tramonto del sole e al sorgere della luna, sono state intensissime e suggestive, con paesaggi esperienziali da mozzare il fiato.


Perché qui, in questa parte di Africa, è speciale anche la notte, coi suoi rumori, con la sua nenia. Una splendida luna ci ha accompagnato nella cena all’aperto presso il Mboma (antico recinto per animali nonché sala riunioni per gli uomini del villaggio). E vivere tutto questo con la persona che ami da tutta una vita non ha eguali, credetemi.

Dopo vi parlerò del safari dell’alba, fino a ieri notte abbiamo visto due Big five: leone e bufalo.

Ora mi faccio un tuffo in piscina. (Questa è la mia dedica per questo giro:
https://youtu.be/en2D_5TzXCA ) A presto!
Scritto da Frà il 13.01.17 alle ore 11;30

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 14 gennaio 2017 in Blog, Vita

 

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: