RSS

La mia biblioteca in pillole – LGBT e-book (27)

04 Apr

E dopo diversi mesi, ritorno con questa rubrica per condividere con voi delle belle letture che ho fatto ultimamente. Stavolta il denominatore comune è duplice: si tratta di libri che ho letto in e-book e che trattano tematiche LGBT. Pronti?

Titolo: Abietarii
Autore: Cristina Lattaro
Editore: Bookeco Media
Pagine: 163

abietarii_front_smallChi conosce Cristina Lattaro, sa che il solo nome è una garanzia. E anche in questo caso non si rimane di certo delusi dalla storia, dal suo ritmo e dalla scelta di ambientazione che la scrittrice propone con la sua estrema naturalezza.
In questo caso siamo sempre nel reatino, ma all’interno di una falegnameria artigianale dove i destini di Vito, giovane ombroso di umili origini, di Elisa, rampante e ambiziosa figlia di imprenditori trentini e di Alberto, un giovane che ha ereditato la gestione della falegnameria di famiglia ed è in cerca della sua pace interiore, del suo benessere intimo dopo quello economico che, con la sua imprenditorialità, sta riuscendo ad assicurarsi.
La storia descrive in modo affascinante l’incontro tra i due uomini che finiranno l’uno tra le braccia dell’altro in modo del tutto inaspettato, ma mostra in modo certosino le intersezioni relazionali tra tutti e tre i protagonisti, portando comunque il lettore a seguire la storia con sempre maggiore interesse.
Un testo che, vi assicuro, non si può perdere per nulla al mondo.

Titolo: Cuore Satellite
Autore: Pierpaolo Mandetta
Editore: Self Publishing
Pagine: 136
51YIv+9PTXL._SX311_BO1,204,203,200_Pierpaolo Mandetta è di sicuro un emergente da tenere d’occhio e che ultimamente sta riscuotendo un gran successo. E basta aprire le pagine di questo libro e dedicarvi qualche ora di sana lettura per comprenderne i motivi.
Ci troviamo in Campania, Paolo non riesce ad amare e a lasciarsi andare nelle relazioni di coppia, per quanto incontri dei partner affascinanti (quasi) disposti a tutto pur di conquistarne il cuore… ma è proprio il suo cuore che deve rintracciare. Il giovane pertanto si ritrova in mezzo a situazioni rocambolesche, con l’unico obiettivo di capire perché ha difficoltà a lasciarsi andare.
In un modo sempre ironico e mai scontato, l’autore ci trascina letteralmente per i capelli ad andare avanti nella storia, dando uno spaccato attuale della situazione omosessuale italiana moderna, e di tutte le contraddizioni che condizionano comunque la società di oggi. Troviamo una narrativa spigliata, a tratti tenera, spesso pungente, in un risultato che alla fine conferma la gradevolezza generale dell’esperienza di lettura.

Titolo: Come i pomodori nella macedonia
Autore: Alain Voudì
Editore: Mondoscrittura
Pagine: 168

Come-pomodori-nella-macedonia-le-tazzine-di-yokoLa protagonista di questa storia è una giovane che scopre in fretta l’amore e le sue preferenze sessuali, accettando il destino che le viene messo davanti quasi con rassegnazione, ma anche naturalezza. E’ vero, si sente differente, lo è sempre stata, anche quando ancora non era in grado di dare un nome a ciò che sentiva. Proprio come quando i pomodori vengono messi nella macedonia.
L’incontro con la misteriosa Clara fungerà da spartiacque, obbligandola a decidere cosa vuole dalla sua vita. E la giovane, ovviamente, sceglie lei.
Quello che caratterizza maggiormente questa storia, di sicuro, è l’appropriatezza della voce narrante, del personaggio della protagonista che si barcamena nella vita reale, tra situazioni impensate, eppure si risolleva sempre, rimboccandosi le maniche e andando avanti. Una storia che insegna a non perdersi d’animo mai, qualunque cosa succeda. Di sicuro è una lettura la cui ironia, con il suo continuo intervento nel sdrammatizzare o nell’accentuare i piccoli/grandi drammi quotidiani, riesce tra le altre cose a strappare più di un sorriso al lettore.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 4 aprile 2016 in Letteratura, Recensioni

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: