RSS

Il Mio #Svegliatitalia

24 Gen

12549113_10154092723057985_5345265444853893750_n
(credit foto, Il Manifesto)

Esperienze condivise e sentite come quella di ieri, fanno bene all’esistenza. Ma non solo per la partecipazione, ben oltre le aspettative, non solo perché ieri l’Italia si è colorata di Arcobaleno da Nord a Sud. Soprattutto per l’impatto emotivo e la gioia di dire che amiamo, e di sentire che per tanti questo non è un problema. Abbiamo dimostrato a chi ci governa, che noi siamo socialmente pronti a riconoscere l’amore senza distinzioni.
Perché davvero, io penso che ora sia il momento di andare avanti, anche se le Unioni Civili nel nostro Paese non possono essere un punto di arrivo, ma solo una partenza per la completa equità degli amori, delle storie e dei desideri di essere quello che siamo già: una Famiglia.
Per questo credo che non dobbiamo farci annebbiare dal risultato ma continuare a far sentire la nostra voce, ancora, e ancora più forte.
Siamo solo all’inizio.
E abbiamo ancora tanto entusiasmo da spendere.
Una cosa non dobbiamo mai dimenticarla: che il riconoscimento dell’amore che proviamo per il nostro lui o la nostra lei, non deve passare come una concessione a seguito di una mobilitazione o del fatto che attorno a noi tutto il mondo occidentale lo ha già fatto. Riconoscere e tutelare il modo di essere famiglia è un dovere dello stato verso i suoi cittadini. Non risponde a un bisogno, è un diritto inalienabile. Il bisogno lo proviamo purtroppo perché ne siamo privi e abbiamo tante storie da raccontare per insegnarlo a chi chiude le orecchie e il cuore e crede di avere la ragione in tasca.
Uno Stato Civile ha il dovere di tutelarci e rimuovere tutte le cause che contro i suoi cittadini o parte di essi, costituiscono un ostacolo o una discriminazione.

svegliatitalia

Per cui svegliamoci, Svegliati Italia, davvero.
Della mia esperienza a Cagliari di un magico 23 gennaio, mi porterò l’entusiasmo e la voglia di fare. Un bacio scambiato sopra la bandiera e il desiderio di poter sposare nel mio paese chi amo.
E poi, qualcosa che in modo molto maldestro dice qualcuno proprio in questo servizio del telegiornale regionale:
“Penso che la sveglia più importante è quella che ci portiamo qua dentro (nda, il cuore) e che l’amore è amore a prescindere da chi ama chi.”
Lo ripeto sempre. Ed è quello in cui credo.

DSC07380

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 24 gennaio 2016 in Blog, Vita

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: