RSS

Stefania Auci – Florence[RECENSIONE]

05 Set

Titolo: Florence
Autore: Stefania Auci
Editore: Baldini e Castoldi
Pagine: 418
ISBN:  978-8868528508

Trama: Ludovico Aldisi cerca il riscatto e per raggiungere questo fine utilizza ogni mezzo, compresa la relazione con Claudia, una donna sposata appartenente a una famiglia influente della città. Ma l’incontro con la giovane Irene e il suo soggiorno come cronista al fronte belga durante la prima guerra mondiale intaccheranno tutte le sue sicurezze, facendogli rivedere l’ordine delle sue priorità. Sullo sfondo di una Firenze fastosa e immota del primo decennio del novecento, ha inizio Florence.

Contenuti: Stefania Auci con la sua opera non si limita a raccontarci l’amore contrastato e improbabile tra due anime libere, il più grande tema che troviamo in questo libro è l’animo umano, in tutte le sue sfaccettature. Scopriamo il senso di rivalsa e a volte di impotenza delle persone che lottano per migliorare la propria posizione, anche se per farlo spesso bisogna scendere a compromessi e dimenticare la legittimità delle proprie azioni, ma riusciamo anche a trovarci proiettati nelle emozioni e nei sentimenti che sottendono il desiderio di essere se stessi, in ogni epoca, a volte anche scontrandoci con le imposizioni culturali che vorrebbero annientare la nostra indole. È vero, siamo nel 1914, con un’Italia retrograda e convenzionale, eppure ci investe lo stesso il piccolo grande dramma delle donne libere come Irene, riportandoci all’oggi. E poi, scopriamo la ferocia dell’uomo, quella che si esprime sia con la violenza domestica (e anche qui siamo purtroppo nell’attualità del giorno odierna) che soprattutto con la guerra, attraverso tutti i meccanismi di salvaguardia con cui chiunque, persino coloro meno adatti, attuano nel tentativo di sopravvivere, dove la lotta non diventa più ideologica o politica, ma trasforma le persone in automi che rivendicano, a prescindere da tutto, il diritto di vivere. Ampliando il contesto su questo ultimo aspetto, il lettore con questo libro fa i conti con le contraddizioni dei conflitti bellici, dove intervenire appare giusto sino a che direttamente non si viene colpiti dall’azione violenta, o ci si ritrova nel mezzo. Inerti. E tutta la comprensione si riversa nel rovesciamento dei ruoli, quando si comprende l’altro e il suo vissuto, le sue paure. Quando si diventa parte attiva dell’azione. E in questa drammatica verità, il romanzo porta alla ribalta, purtroppo, temi insoluti, controversi, ancora oggi all’ordine del giorno. Basta sollevare la testa e guardarsi intorno.

Ambientazione e Personaggi: Florence, la nostra Firenze, città eterna e un po’ provinciale per le dinamiche tipicamente nostrane che vengono descritte, è la vera protagonista della storia. Non si limita a essere una cornice in cui l’azione si svolge, ma accompagna un po’ tutti, protagonisti, personaggi secondari e lettori, nella storia e nelle vicende, genera il ritmo, cadenza le azioni. Uno dei maggiori pregi della storia è la puntuale ricostruzione storica dell’ambiente e delle abitudini sociali dei personaggi, che si intersecano con gli eventi storici riportati. Da Firenze alla Marna e a Torricella, sembra quasi di respirare l’aria, sentire la pioggia o il fruscio dei tessuti sulla pelle, il fango addosso e il sibilo dei proiettili. Tra i protagonisti umani, invece, particolare menzione merita Irene, la giovane testarda, culturalmente istruita, anima libera che rappresenta quell’elemento fondante della nuova generazione che cerca di emergere sia come epoca ma soprattutto come donna all’interno della società, in completa antitesi per esempio a Claudia, che nel suo dolore e nella sua drammatica esistenza non ha il coraggio di affermarsi, schiacciata da un ruolo passivo, vittima della violenza non solo del marito ma della stessa società che fa finta di non vedere perché ancora ritiene comunque il sesso femminile non libero di essere. Irene ha la capacità di far emergere il lato emotivo di Ludovico, lo plasma e lo trasforma, aiutandolo nel suo percorso di formazione del sé e della sua evoluzione. Bel personaggio anche quello di Luciana, che compie le sue scelte, che ascolta e sovrintende e che ama la sua famiglia fino in fondo. In sintesi tutto il quadro si compone con colori tenui e accattivanti, che scivolano nella lettura assumendosi l’onere di animare con estrema semplicità il centro della scena. Al centro di questo romanzo sono gli uomini che agiscono ma in realtà attirano l’attenzione e ci vivono le donne con le loro scelte, come sarebbe giusto fosse in un vero sistema di parità nel vivere e nell’esprimersi.

Forma e stile: La Auci coinvolge. La forma ineccepibile è accordata a uno stile composto ma centrato, dove armonicamente si sviluppano magari i manierismi del tempo e nel contempo un bel ritmo di dialogo e di descrizione della scena, anche nei momenti di maggior tensione e movimento che in quelli con pathos, a tratti intenso e vigoroso senza per forza scadere nel melenso. La trama si dipana in giornate, accadimenti e diversi cambi di scena che anziché distrarre aiutano a fidelizzarsi alla storia, a volerne sapere di più, a non voler lasciare mai la lettura.

Giudizio Finale e Conclusioni: Florence è una storia che rimane a lungo impressa nell’animo di chi la legge. Ha il potere di ricordarci gli avvenimenti che poi porteranno il nostro paese e l’intera umanità a uno dei capitoli più bui della storia, attraverso la vita di personaggi ritmici e socializzati al contesto. Ma Florence è in primo luogo un’emozione di un luogo, di uno spazio ricco di storia e di emozioni, che lasciano senza fiato. Una bella lettura, dedicata a tutti quelli che vogliono, nel bene o nel male, scoprire la storia, la guerra e i sentimenti più veri delle persone.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 settembre 2015 in Letteratura, Recensioni

 

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: