RSS

*Manlio*[PersonaggInCercaDiEditore] #1

20 Apr

Una piccola premessa (di quelle che di norma non piacciono a nessuno, per cui, sarò breve, promesso!):
Quando ben cinque anni fa fondai questo blog, avevo appena finito di scrivere il mio primo romanzo, dopo dieci anni di meditazione, elaborazione e ri-scrittura. Il titolo stesso, richiamava la mia idea: non avendo idea dei meccanismi editoriali, avevo pensato di creare una vetrina dove presentare i miei personaggi. Gli anni sono passati ma, nonostante il mio percorso abbia preso direzioni inaspettate, l’intento è rimasto lo stesso, per cui ho deciso di aprire questo nuovo filone, sui miei personaggi inediti (e magari qualche volta anche edito se vi va). Ma oggi, proprio in ricordo di come l’avventura di questo blog è iniziata, pensavo di partire proprio da lui.

Nome: Manlio
Lo conosciamo in: Falene
Età: 25
Aspetto fisico: Moro
Occhi: Castani
Segno zodiacale: Gemelli
Canzone: Superman – Five For Fighting

E’ proprio da lui che parte la storia.
Manlio non è una persona saggia, e nemmeno uno di quelli che sa come trarre il meglio dalle esperienze. Lui stesso crede di essere una persona qualunque o meglio, ne è proprio convinto, per questo si lascia solo navigare dalla forza motrice attivata dalle sue stesse emozioni nel corso della storia.
Ma Manlio, un giorno, si ritrova, suo malgrado, a dover fare delle scelte che implicano dei cambiamenti. Imparerà a vivere, sognare, tradire, amare  … come tutti.
Ma soprattutto varcherà dei confini, i suoi, scardinando le sue stesse convinzioni. Alla fine capisce che c’è solo una cosa che conta: anche se ogni cosa sembra remare contro i propri desideri, in realtà siamo noi stessi a dare potere agli agenti esterni per impaurirci e, a volte, per farci male.

***
“Che cosa vuoi, Manlio?”
All’epoca immaginavo che quella finta volta celeste fosse davvero l’universo e continuavo ad aspettare il passaggio di una meteora per poter esprimere un desiderio.
Di solito mi addormentavo nell’attesa.
“Che cosa hai perso? Perché sei qui?”
Con l’adolescenza vidi cieli reali, ma le stelle cadenti e i desideri avevano perso d’importanza. Le uniche a staccarsi, piano piano, erano state proprio quelle del soffitto.
Quella notte desiderai poterle avere di nuovo.
Chiusi gli occhi e cominciai a immaginare il firmamento di tanti anni prima e lo vidi per davvero.
E mentre passavo dalla veglia al sonno, una meteora attraversò i miei pensieri. In sogno nel mio cuore esplose un desiderio espresso da un me bambino.
“Voglio essere felice.”
(Capitolo Terzo – Stelle cadenti)

blog

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 aprile 2015 in Blog

 

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: