RSS

Mariastella Viscontesi – I segreti del convento – la punizione(vol.1)[RECENSIONE]

06 Gen

Titolo: I segreti del convento – la punizione (vol. 1)
Autore: Mariastella Viscontesi
Editore: Runa Editrice
Pagine: 15
ISBN: 9788897674443

Trama: Quando Renata verrà condotta da suor Angela nel cuore della notte, al cospetto del vescovo, non si aspetterà di certo di subire una punizione per un peccato che nemmeno lei è capace di individuare. E ancora meno si aspetterà che quel castigo potrà rivelarsi talmente piacevole da indurla a fare, con i suoi carnefici, cose che mai avrebbe potuto pensare una novizia di un convento.

L’esperienza di lettura: la prima puntata dei segreti del convento, che dura appena 14 pagine di pieno erotismo alquanto godibile, è una storia che racchiude in sé diversi aspetti interessanti. Accanto alla pratica sessuale descritta, e compartecipata, dai suoi protagonisti, che ci induce a sperare che sia solo l’inizio di una serie sempre più intrigante,   troviamo l’ambientazione conventuale che si trasforma in un vero luogo che, a discapito di ogni concezione, può stimolare la fantasia dei lettori più esigenti, diventando sin troppo caldo. L’aspetto che dal mio giudizio inoltre traspare con maggior chiarezza e che comunque rende merito all’idea di questa prima puntata, è proprio il desiderio che si esprime genuino al di là delle convenzioni a cui siamo abituati e ancor di più al di là dei confini mentali che di norma siamo portati a considerare quando parliamo di sesso e di pratiche erotiche. Il desiderio fluido, che costringe ma che rende compartecipe Renata, facendole accettare delle pratiche che nemmeno conosceva. Accanto al sesso di gruppo e alla gerontofilia che passa liscia (e ci mancherebbe altro) con semplicità, il messaggio universale di questo primo racconto che ne traspare è solamente uno: tutto è lecito, purché faccia piacere e sia consenziente. E di questi tempi, credo che sia un concetto da non sottovalutare per nulla.

Stile e forma: nessun errore di forma, nessuna compromissione stilistica. La Viscontesi ha uno stile fluido, diretto e scivoloso, che trascina il lettore, tanto da portarlo in quel meandro di desideri che lei stessa ha creato con lo scopo di intrattenere, e farci sentire tutti quanti novizi alla scoperta del sé.

Giudizio finale: in compagnia di Renata, per gli amanti del genere, si possono trascorrere dei minuti davvero intensi e stimolanti. Un libro che dura poco e che poi ci fa chiedere a gran voce che presto venga pubblicato il seguito, una lettura dedicata agli amanti del genere erotico, e soprattutto a quelli che non si lasciano turbare dall’assunto che tutto è lecito sinché è voluto.

 

 

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 6 gennaio 2015 in Letteratura, Recensioni

 

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: