RSS

Cose mie #9

20 Lug

 

A volte ci vuole coraggio per dire “Grazie”, anche quando certe cose dovrebbero avvenire in modo spontaneo, in automatico. Come dire Grazie.
Anche a te. Che c’eri quando tanti anni fa ho iniziato questo percorso in salita, a volte doloroso, e con tante porte sbattute in faccia e che mi hai esortato a non smettere, non smettere mai. E ancora Grazie a chi mi è stato vicino quando è arrivato il primo contratto editoriale e ha visto sorgere insieme a me, dopo tanti anni di fatica, l’esordio. Non finirò mai di dirlo: Grazie! A chi mi ha seguito in questo percorso comprendendo che scrivere, pubblicare e parlare dei miei libri è come parlare di me, e che è un privilegio poterlo fare con delle persone che ti apprezzano proprio per questo. Mai smetterò di dire Grazie a chi mi ha sostenuto ancora, anno dopo anno, libro dopo libro, stretta di mano dopo stretta di mano, senza mancare a un evento, presenziando alle piccole rassegne, o informandosene sistematicamente quando non era possibile, riconoscendo che era un po’ della mia vita quella che veniva messo in campo. E mai potrei dire abbastanza “Grazie” a chi mi ha dato delle opportunità, delle enormi opportunità, sia nel credere nei miei lavori che nel pubblicarmi o nel chiamarmi per presentarli. All’infinito: grazie.
E soprattutto grazie a chi ha letto e condiviso: non importa se i libri li ha comprati o se li è fatti prestare o regalare, non importa se l’importo era da digitale o da cartaceo, non fa nulla. Importa solo chi, nel bene o nel male, ha letto, acquistato e condiviso anche con me l’esperienza con i pregi e difetti di una scrittura sempre in divenire. Perché anche questo in qualche modo vuol dire affetto e amicizia sincera. Grazie a chi mi è stato e mi sarà vicino in questo percorso, e Grazie anche a chi non posso più ringraziare, perché comunque lo porterò dentro di me.
Oggi è così. La giornata del Grazie a chi ci tiene a me e ci ha tenuto come autore e come persona, perché più che mai, in questa giornata, entrambe fanno parte della stessa persona per me.
Per cui Grazie a voi, che pur non nominandovi mai tra queste righe saprete riconoscervi e capirete quanto certi momenti siano importanti, e in quanto tali non bisogna mai smettere di essere riconoscenti. E io non smetterò, mai.

Grazie.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 luglio 2014 in Blog, Vita

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: