RSS

3 – Arianna. Valzer di Famiglia[INEDITO]

10 Lug

È il tempo, Arianna.
Quello che scorre tra i ronzii sordi di queste macchine; che non ha più importanza. Non ora, che ho gli occhi chiusi, tanto chiusi da non vedere le pareti di vetro intorno a noi.
Sedato, , ma sento.
Tutte le cose che vorrei ma non posso dire, tutte le emozioni che rimangono strette, in un angolo buio del muro che si sta costruendo intorno a me.
C’è ritmo. È aria, che entra dai tubi, che mi solleva il petto, regolare.
E poi esce. Di nuovo dentro, e poi fuori, mentre vorrei potermene andare e non riesco a dirtelo.
Glielo permetto, non c’è alternativa, forse.
È così che tu mi vedi, ma non è l’unico modo, non per me.
Sento la tua mano sulla mia, fai finta di accarezzarmi, Arianna?
Sei sincera, moglie mia?
Qualcosa suona qua dentro, rimbomba tra le pareti, riempie il vuoto delle cose che non osi dirmi, il tuo tocco gentile prosegue sulla mia pelle, ed è in questi momenti che se potessi, aprirei le braccia per dirti che , andrà tutto bene, che è normale, te ne farai una ragione.
Che è vero, la vita va avanti, ma c’è sempre qualcuno che rischia di rimanere indietro.
Ed è meglio che tu non sappia quanto quest’idea potrebbe farti tremare, se confesso che a questo giro potrei essere io a fermarmi.

Luce. Intermittente, la sento come calore, scalda ogni mia fibra, mi espande, qualche squillo troppo forte mi solletica la mente, io ti sto parlando, muto, amore mio.
Le parole che non senti, quelle che non posso dirti. Nel silenzio, qui, i miei occhi sono intorno a te, ti guardano durante il nostro contatto. Mi basta spalancare la mente per vederti, in piedi, sul pavimento lucido, a chiederti se mi sto spegnendo senza osare ammetterlo, a chiederti chi si occuperà di te dopo di me.
Ronzio, suoni e trilli dei macchinari.
Il ritmo, l’aria che entra e che esce. Tutto si mischia, mi alzo dal letto col pensiero, Arianna.
Ti sento, ti scorgo e ogni rumore, ogni respiro si trasformano in musica.
E io… , danzo per la stanza, mi muovo e cerco di abbracciarti. Vuoi ballare con me, tesoro mio? Vuoi farlo, come tutte le volte che c’era qualcosa da festeggiare, ed eravamo felici?
Prima che la vita ti rovinasse il sorriso, rendendoti l’automa di cui mi sono occupato in tutti questi anni.
Afferro le tue mani, ti avvicino a me.
Respiro che entra e che esce. Un passo, ruotiamo, nessuno ci verrà a fermare.
Ritmo, musica, come quando eravamo giovani e ci siamo conosciuti, cinquant’anni fa.
Proprio come quella sera in cui uscimmo da soli io e te, avevamo vent’anni e nessun timore di cosa avrebbe detto la tua o la mia famiglia.
I tuoi capelli sciolti che mi colpivano il viso, inebriandomi di quell’odore. La musica intorno, io che ti stringevo a me e ti guardavo negli occhi, convinto che non me ne sarei mai pentito, comprendendo per la prima volta di amarti, Arianna.
E oggi ritorno indietro a quel tempo, sento la nostalgia di te.
Mentre balliamo in questa stanza d’ospedale dalle pareti di vetro, col ritmo che entra ed esce da me, con la musica nei miei pensieri, forse lo capisco, amore, forse ora capisco perché abbiamo paura della fine, di rimanere indietro. E allora lo sento che, magari, non è il momento di andare e ritornare sul letto, stemperando la nostra melodia, il respiro e il suo ritmo che non mi fa stare fermo, rimbombando tra i vetri, tra le pareti della mia testa. Perché è questo il senso di ogni cosa. Delle ore che non hanno più importanza, dei minuti che non esistono più, di un passato che non tornerà comunque.

Ti sento.
Non ci sono errori a cui rimediare. La tua mano, che stringe la mia, la sento.
Arianna. Ci sei tu.
Io sono qui, vorrei volare, danzare via, da solo.
Ma rimango. Stanco.
Respiro che entra e poi esce. Il ritmo di noi.
Io sono qui, per te.
Ci sarà un tempo, ancora, nostro.

 

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 10 luglio 2014 in Letteratura

 

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: