RSS

E poi esistono anche a Doppio Binario

21 Giu

Proseguo questo piccolo excursus sulla politica editoriale, dopo aver scritto sulle case editrici a pagamento, sia qui che qui.
E’ il fenomeno più noto, non c’è che dire, come l’editoria free (quella che contributi per pubblicare non ne chiede) o l’autopubblicazione.
Ecco, ma tra il pagare sempre e il pagare mai, esiste tutto un oceano di comportamenti atipici, dove l’editore non è chiaro: i cosiddetti Editori a Doppio Binario, quelli che in alcuni casi richiedono una contribuzione alle spese (i contributi per l’editing, la valutazione manoscritti, tasse di lettura anche sotto forma di concorsi, acquisto libri ecc) e in altri casi non lo fanno. Di loro, purtroppo, si parla molto meno, o a volte non si comprende quali siano le motivazioni su cui basino la scelta. Ci sono quelli che fan pagare gli esordi, quelli che fanno pagare solo determinati generi (spesso la poesia) e che comunque scelgono un comportamento ambiguo nella cernita dei titoli da pubblicare, assumendosi il rischio d’impresa per certe occasioni, e per altre no.
Per quanto l’impatto possa sembrare inferiore, anche per coloro che hanno magari la fortuna di essere pubblicati secondo la linea editoriale esente esborsi pecuniari, io rimango dell’avviso che un comportamento del genere sia inaccettabile. L’editore è un impresa, che di per sé deve assumersi, per vocazione, il rischio del mercato. Pagare per pubblicare è legittimo, ma non è per me apprezzabile, ancora di meno lo diviene interagire con un soggetto che anziché fare una scelta (sei meritevole/non meritevole di pubblicazione) netta, preferisce pubblicare entrambi i casi, con un comportamento che ingenera soltanto confusione nell’esordiente, e soprattutto nel lettore, il quale ha diritto sacrosanto di conoscere se quello che sta leggendo è frutto di un lavoro dell’autore e dell’azienda che si assume in pieno la responsabilità di quel che pubblica, oppure no.
Non ci sono comportamenti univoci, a me questa categoria, personalmente, confonde, e pertanto evito proprio di avvicinarmici sia da autore che da cittadino che legge.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 giugno 2013 in Blog, Letteratura

 

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: