RSS

I sogni del piccolo scrittore

28 Apr

Eclissi e Fagy

E poi ci sono i momenti in cui ti fermi per riflettere su tutto il percorso che hai fatto, su quanti chilometri in parole hai scritto, su quante volte i fogli ti hanno sommerso, ingoiato, risputato e masticato. E… i primi confronti e le prime idee, il primo racconto selezionato, la carta che fruscia tra le mani. E ancora provarci, non lasciarsi travolgere dai risultati negativi, rimboccarsi le maniche e rialzarsi.
Rivedere chi ti segue da sempre, chi ti ha stimolato ad andare avanti. Altri chilometri da fare, altri ostacoli da superare. Poi il terzo romanzo che emerge fuori con chiarezza, il lavoro di persone amiche e preziose che ti affianca, poi le spedizioni, le attese… e. Il giorno in cui arriva la proposta, quello in cui firmi il contratto, in cui vorresti urlare a tutti quanti una gioia che ti circonda, vicino e lontano. Poi le prove grafiche, l’editing che ti rimastica, ingoia, risputa e rimangia, e ancora. I dubbi la notte prima dell’uscita ufficiale, i plichi che non arrivano a destinazione, le prime recensioni positive – che nemmeno ti aspettavi – le prime copie che custodisci tra le mani come reliquie. e poi le lotte, gli scaffali che non si riempiono come avevi sognato. Le prime proposte, le presentazioni, gli applausi con cui ti bagni e di cui gioisci. E poi entrare in biblioteca e vederti in mezzo a tutti gli altri, o in libreria tra le proposte di acquisto – perché non importa come alla fine ci sei arrivato, un briciolo di emozione dopo tutto questo la vivi ugualmente – e poi… pensare che sei solo all’inizio, che non si arriva mai perché in realtà non vuoi fermarti ma proseguire. Che è ora di andare di nuovo, di ricominciare da capo con una nuova storia che non saprai come andrà… ma l’importante è continuare i chilometri di parole sulla carta, un passo dietro l’altro.

Tra queste note, di notte, oggi, con tanta voglia di iniziare

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 28 aprile 2013 in Blog, Vita

 

Tag: , , , , , ,

Una risposta a “I sogni del piccolo scrittore

  1. Lilli Whittier

    27 dicembre 2015 at 16:50

    Grazie mille, l’articolo mi è servito molto!

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: