RSS

La mia Biblioteca in pillole – Raccolte di racconti (16)

02 Nov

Questa volta mi voglio concentrare sulle raccolte di racconti. Tanti autori, anche famosi, hanno esordito con una raccolta, o perlomeno ne hanno scritto una mettendo insieme testi e racconti brevi. Le raccolte di racconti, purtroppo, non hanno lo stesso mercato dei romanzi: viene più difficile riuscire a pubblicarle e a farle piacere al grande pubblico, che è alla ricerca, di norma, di storie più complete. Eppure, questa tendenza, è un errore: a volte le raccolte, con uno spazio ristretto di battute per ciascun testo, dimostrano la validità dell’autore, lasciando vivere a chi legge intense emozioni con poche azioni e poche possibilità di spaziare. Ecco alcune raccolte che ho letto in questi anni, e che, per motivi positivi o meno, mi sono rimaste impresse.

Camere di Combustione – David Levinson

Una raccolta di racconti intensa, dai sentimenti nitidi, che emergono nel grigiore delle storie. Sono racconti tristi, ricchi di sfumature delicate e senza eccessivi colpi di scena. Storie personali che per protagonisti hanno amanti, famiglie, mariti, amici. Non c’è un solo testo che mi abbia lasciato perplesso, lo stile coinvolgente getta il lettore dentro la storia, e si fatica a riemergerne una volta concluso.
Le relazioni predilette, quelle omosessuali, sono crude e senza fronzoli, si presentano al lettore come una realtà molteplice, eppure analoga alla “normalità”.
Una lettura dedicata a coloro che vogliono trascorrere delle ore in compagnia di un buon libro.

Prendere o lasciare – Fabio Bo.

Edito da una casa editrice di cui si sono perse le tracce, la raccolta, a esclusivo contenuto LGBT, ha un retrogusto agrodolce, ma attuale. Sia nello stile, non ridondante o pesante, ma leggero e moderno, senza eccessivi fronzoli barocchi, che nei contenuti, dove emerge il passaggio da una omosessualità sofferta e nascosta, ma quasi blasfema, a storie di vita altamente normali. Ogni testo racchiude dei guizzi narrativi interessanti, che innescano delle reazioni nelle azioni dei protagonisti, rendendo la lettura briosa e nel contempo sempre attenta. Piccoli quadri tratteggiati con forza e decisione, il cui risultato finale risulta gradevole. Un autore da tenere d’occhio, del quale, al momento, non ho letto altro.

L’ultima volta – Desmond Hogan

Fino all’ultimo mi sono chiesto se scrivere qualcosa anche su questo libro. Noioso, ripetitivo, mal scritto, o forse, meglio dire, mal tradotto.
Davvero, lo sconsiglio. A parte le sviste, che da un editore ineccepibile non mi aspetto, le storie ricalcano tutte quante lo stesso modello e la stessa tipologia di personaggi, le stesse storie, spesso con le stesse frasi e le identiche azioni. L’ho letto tempo fa e ne sono rimasto profondamente deluso. Nonostante una quarta di copertina intrigante, nonostante le ottime recensioni… mi ha lasciato in bocca l’amaro della delusione.

Se ancora c’è domani – Valerio Bartolucci

Finito di leggere qualche giorno fa, la raccolta mi ha colpito. Uno stile fresco, che a volte casca in ingenuità di fondo nella costruzione della trama, ma nel complesso godibile. Storie omosessuali con i topos propri della cultura LGBT: l’amore non corrisposto, l’infanzia, l’adolescenza e i desideri, il coming out, le amicizie e i funerali, L’Aids, la malattia, la vita e il suicidio. Insomma, una serie di racconti interessanti, uniti da un fil rouge lieve, che fa apparire la raccolta come un percorso di lettura alla scoperta del mondo gay, e delle sue declinazioni.
Una lettura consigliata per chi vuole saperne di più, in compagnia di testi gradevoli e stimolanti.

Annunci
 
2 commenti

Pubblicato da su 2 novembre 2012 in Letteratura, Recensioni

 

Tag: , , ,

2 risposte a “La mia Biblioteca in pillole – Raccolte di racconti (16)

  1. Evonne

    4 novembre 2012 at 03:37

    Somebody essentially help to make seriously posts I’d state. That is the very first time I frequented your web page and thus far? I amazed with the research you made to create this particular publish amazing. Wonderful activity!

     
  2. offshore bank

    8 novembre 2012 at 02:18

    http://it.wikipedia.org/wiki/Ciclo_di_Cthulhu Il ciclo è un insieme di racconti, quindi non sono propriamente libri. Sono facilmente reperibili le raccolte di racconti, tempo fa mi pare di aver visto una raccolta dei racconti inerenti il Ciclo, però non ne ricordo il titolo ad essere sincero… dovresti trovarli facilmente in biblioteca ho letto ma non parla di collezioni o altro, quindi suppongo non ci siano vari volumoni… dovrei prenderli uno a uno, smepre se li trovo…comunque sostanzialmente che tipo di genere horror fa?

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: