RSS

La mia biblioteca in Pillole. PICCOLI GAY CRESCONO (5)

11 Apr

Nel mare della letteratura a tematica omosessuale oggi mi sento di suggerire quattro letture, accomunate da un unico comun denominatore: Omosessualità e giovani adolescenti.

LE DISAVVENTURE DI RUSSEL MIDDLEBRUCK: Brent Hartinger è un noto autore americano, commediografo e scrittore, che è comparso in Italia grazie alla collana HighSchool della casa editrice Playground.

Attualmente si trovano in libreria “Geography Club” e il sequel “L’ordine della quercia velenosa”.

Ho finito di leggere quest’ultimo di recente.

I libri raccontano le disavventure di Russel, tipico adolescente americano che come tutti si barcamena nei meandri di un liceo e dei suoi problemi, legati alla riservatezza, l’etichettamento e l’omofobia.

Russel (manco a farlo apposta) è gay, ma pagina dopo pagina è obbligato a prendere dimestichezza con questo suo status che genera in lui ansia.. soprattutto a causa dei pensieri degli altri e dei possibili soprusi che può subire. Come c’è scritto in copertina, “lui ha una missione: quella di uscire indenne da quattro anni di liceo”.

Ma il destino, con incontri, intrighi e amori segreti ci si mette di mezzo, destabilizzando ogni suo proposito di vita tranquilla. Così Russel si ritrova in mezzo a migliaia di eventi che lo costringono ad esporsi, spalleggiato dai suoi amici del cuore, l’etero Gunnar e la bisessuale Min, con tutte le conseguenze idonee al caso.

Devo dire che entrambi mi sono piaciuti parecchio, ed è una lettura da dedicare a chi vuole affrontare dei temi tosti con un pizzico di ironia e allegria.

Brent Hartinger “Geography Club”- “L’ordine della quercia Velenosa”

MYSTERIOUS SKIN: C’è qualcosa che unisce Brian Lackey e Neil McCormick. Nessuno si ricorda dell’altro, nessuno dei due ha nulla a che fare con l’altro. Brian rincorre le sue idee sugli UFO, col quale è venuto in contatto in un’esperienza di dubbia veridicità, l’altro è un irrequieto adolescente gay che si offre a uomini più grandi di lui per i quali prova un attaccamento morboso.

Uno ha cancellato, rimosso,  l’avvenimento per il quale si sono incontrati, mentre l’altro invece semplicemente non lo ricorda perché l’unica cosa che val la pena di non dimenticare è la sua storia d’amore con l’allenatore di baseball, di cui era il preferito. Eppure entrambi i ragazzi sono destinati ad incrociarsi di nuovo, e ad aiutarsi nel prendere coscienza di sé e di quello che è veramente accaduto.

Scott Heim racconta la storia di due bambini violati con una delicatezza e freschezza non comuni nella letteratura contemporanea, dando rilievo ai pensieri, i ricordi e la presa di coscienza dei protagonisti, che pian piano diventano consapevoli del loro passato in un lungo e doloroso cammino di espiazione. E’ una  lettura che consiglio.

Scott Heim – “Mysterious skin”

 

L’ADOLESCENZA SECONDO SOEHNLEIN: “Il mondo dei ragazzi normali”  viene osannato da tutti come un capolavoro. La storia che si sviluppa tra le sue pagine descrive semplicemente un periodo particolarmente difficile del tredicenne Robin, appartenente ad una tipica famiglia americana post bellica, che inizia a provare i primi turbamenti sessuali confusi verso le persone del suo stesso sesso, barcamenandosi (manco a farlo apposta) tra dubbie passioni corrisposte, omofobia di compagni e vicini e improbabili incontri sessuali con i suoi carnefici. Ma la vita del piccolo Robin è destinata ad avere una brusca virata a causa di un evento che compromette l’equilibrio familiare, ma che lo obbliga a prendere coscienza rovinosamente della sua omosessualità che non potrà debellare ma che dovrà accettare. Per forza.

Robin non sa, ma inizia ad interrogarsi su quando inizia la giovinezza, e inizia a capire che forse, nonostante tutto, non è meraviglioso quel poi di crescita che tutti i giovani adolescenti omosessuali immaginano e rincorrono per fuggire dalla realtà di goffaggine e di dolore che la diversità, negli occhi degli altri, ti obbliga ad ingoiare giorno dopo giorno.

Soehnlein racconta con semplicità tutto questo, lasciando, forse volutamente, una sospensione nel finale, che lascia l’amaro in bocca, affinché ognuno si chieda, e forse immagini, come doveva andare a finire.

K.M. Soehnlein – “Il mondo dei ragazzi normali”

UN TEMA DIFFICILE: Joe si ritrova a descrivere in un tema per l’insegnante, il prof. Daly, qualcosa che non aveva preventivato, a cui non aveva ancora mai pensato, come lui stesso ammette: se stesso.

Eppure Joe raccoglie la sfida, cimentandosi, dalla A alla Z, a scrivere al suo insegnate su di sé, su quello che sente, su come lo vive, su cosa significa avere docici anni ed essere incontrovertibilmente gay. La sua maniera di scrivere, ricca di simpatica ironia e semplicità, proietta il lettore in un mondo di purezza, dove famiglia e amici ti accettano nel coming- out e anzi, lottano contro le discriminazioni di un mondo, quello delle scuole medie, dove la ferocia omofoba dilaga semplicemente per affermare la propria supremazia sull’altro. Ma Joe non demorde, perché è un piccolo eroe, che col suo tema fa ridere, diverte, e fa soprattutto pensare.

Perché Joe, non è uno qualunque.. lui è proprio Joe!

E sta bene così.

La lettura del libro si sviscera in maniera originale e scorrevole, ed è un toccasana per chi vuol passare un’oretta a rilassarsi in simpatia. Ma mi raccomando, Joe chiede soltanto una cosa: Tutto quello che leggerete.. tenetevelo per voi!!

James Howe – “Joe e basta”

Annunci
 
9 commenti

Pubblicato da su 11 aprile 2011 in Blog, Letteratura

 

Tag: , ,

9 risposte a “La mia biblioteca in Pillole. PICCOLI GAY CRESCONO (5)

  1. Josè Pascal

    12 aprile 2011 at 08:52

    Simpatico articolo.
    Complimenti per i contenuti del blog.

     
    • jfmastinu

      16 aprile 2011 at 10:27

      Grazie 😉

       
      • Josè Pascal

        16 aprile 2011 at 18:15

        Ti invito a sbirciare nella mia scatola di latta http://parolesemplici.wordpress.com/mytinbox/.

        Chissà potresti riempirla anche tu di nuovi contenuti

         
      • jfmastinu

        19 aprile 2011 at 20:43

        Ti ringrazio dell’invito e cercherò di sbirciare con più calma perchè sono curioso. Ma spiegami: riempirla di nuovi contenuti in che senso?

         
  2. Josè Pascal

    20 aprile 2011 at 07:56

    Il mio invito a pubblicare i tuoi articoli (quelli attinenti ai contenuti della scatola di latta) anche sul mio blog.

    buona giornata e a presto

     
    • jfmastinu

      23 aprile 2011 at 13:18

      Grazie davvero, aderisco con piacere a quest’iniziativa 😉
      Ne approfitto per farti un augurio di buone festività.

       
      • Josè Pascal

        26 aprile 2011 at 12:27

        Grazie. Spero di ricevere qualcosa nella scatola 😉

         
  3. Michela

    25 luglio 2011 at 22:10

    Ciao 🙂
    Ci siamo incrociati su XII.
    “Il mondo dei ragazzi normali” l’ho letto anch’io: me lo ricordo vagametne perché era qualche anno fa, ma ricordo che mi era piaciuto 🙂

    Questo lo conosci?
    http://www.ilgrandecolibri.com/
    ogni tanto ci sono dei racconti, in generale mi sembra intelligente e ben fatto.

     
  4. jfmastinu

    20 agosto 2011 at 11:15

    Grazie della segnalazione Michela 😉

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: