RSS

Conigli Coraggiosi

27 Feb

Ho scoperto la saga di Adams un po’ per caso, leggendo qua e là dei libri che trattassero di storie di animali. La curiosità alla fine ebbe il sopravvento, e così un giorno riuscii a farmi regalare “La Collina dei Conigli”.

Il libro racconta l’epopea di un gruppo di Conigli coraggiosi che, contravvenendo alla ragione sociale del branco e seguendo l’istinto premonitore del piccolo Quintilio, scappano dalla conigliera per crearne una nuova, lontano dall’uomo e dalla sua distruzione. Il tempo e la storia daranno loro ragione, e dal momento della partenza il gruppo, dopo diverse vicissitudini, scopre il mondo, il desiderio ma soprattutto la libertà di essere e di affermarsi.

La loro organizzazione, le loro ragioni politiche, le regole che seguono, non sono strutturate sulla base di necessità contingenti, ma si fondano su intelletto, leggende, schemi che via via finiscono per contravvenire in favore della libertà e della democrazia.

Non una sola pagina parla di conigli gay, ma dentro la storia ho trovato tanti piccoli spunti che in questo burrascoso periodo politico, fatto di inadempienza, balli, controcanti e poca attenzione ai diritti di cittadinanza, mi ha fatto riflettere, in primis su quanto possano costruire un manipolo di conigli, ribelli ma anche lungimiranti, per garantire al gruppo la libertà di opinione, la libertà di espressione.. ma soprattutto la libertà di essere. Qualcosa che l’uomo ha invece dimenticato o che fa finta di non vedere.

Loro sono solo un piccolo, sparuto, gruppo di conigli, ma forse, dentro la nostra coscienza, esiste un po’ di quel pizzico di saggezza di Moscardo, dell’occultismo benevolo di Quintilio, della forza e fedeltà di Parrucone, del coraggio di Kasentlaia, della furbizia di Dente di Leone…

Qualcuno un tempo diceva che la vita ovunque è piena di eroismo, e io questo eroismo lo voglio intendere anche come mettersi in gioco per sopravvivere, o rincorrere una giustizia, quella che dà pari opportunità a tutti.

Eroismo, voglia di farsi sentire insomma.. e di combattere per tutto quello che per noi è importante.

Il mio è solo un piccolo sasso, che ho voluto scagliare nel mezzo.

Chissà se qualche indomito coniglio recepisce, e perlomeno si chiede a cosa serve ancora nascondersi e aspettare.

Richard Adams: “La collina dei conigli” – “La collina dei ricordi”.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 febbraio 2011 in Letteratura, Recensioni

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: