RSS

Pensieri Sparsi. REMEDIOS

13 Gen

 

Remedios, niña pequeña, chiquita, hermosa, preciosa
Linda niñita quedada así, sentada en la orilla del mar
y las manos llenas de perlas

 

Tra le braccia dei sogni ho fatto un lungo viaggio per arrivare fino a qua, ma da quel momento in poi potrei dire con certezza che darei qualsiasi cosa per poterci tornare, almeno una volta ancora, tra i mari splendenti e le verdi colline di questo paesaggio che un po’ sa di selvaggio ma che dentro racchiude millenarie civiltà.

L’acqua fresca pervade ogni senso delle dita e il profumo esistente è solamente quello dell’erba accarezzata dal sole e dal vento che si susseguono giorno per giorno, in questa terra immaginaria dove ciascuno ha un ruolo e si collabora insieme a perseguire lo scopo.

Stringi forte la mia mano, perché desidero portarti da quelle parti.

El sol en tu frente y en la sonrisa
blanca orquidea, alma y paloma
y la alegría, tú cantas consuelo,
tú cantas esperanza, tú cantas Remedios ..

 

Bambini e padri corrono liberi per le spiagge assolate, tra cespugli di oleandro e palme, nella quiete tutto si muove alla ricerca dello stesso movimento, e non importa se tutto questo abbia senso se lì non esiste inganno e preoccupazione per il domani. Nel cielo è costante l’arcobaleno mentre si accoglie con la medesima gioia la pioggia, e da queste parti la gente non ha bisogno di fingere tolleranze per non scontentare le cose evidenti, non c’è nessuno che sente malinconia o gelosia, e soprattutto in questo sogno gli abitanti di questo posto non conoscono la discriminazione e la violenza perché agli esuli o ai visitatori fanno lasciare etichette o categorie all’ingresso, in quarantena, affinché nessuno possa ricordarsi della crudeltà della natura umana.

Espera que un día yo pueda decirte:
“te quiero pequeña, chiquita, preciosa,
hermosa, piccola, piccola, piccola, piccola, pico, pico, pico…”

 

Ed ogni notte brillano le stelle tra i falò che fa quella gente, e tutti nudi si corre al mare per ringraziare di un nuovo giorno, senza ritegno e senza vergogna, non esiste imbarazzo sul proprio aspetto o su come si ama, e durante la notte in spiaggia si danza, un canto libero si leva su al cielo, tra angeli e fauni si ride e si scherza rincorrendo le ore che fuggono al mattino, cavalcando centauri  e corteggiando libellule tra quella gente non si vede colore, e nel tuo cuore non esiste distinzione, ma voglia di amare e di non tornare più.. lì dove dobbiamo lottare per poter andare per strada la sera senza aspettarsi qualche altra chimera, senza nascondersi o vergognare, lì dove a noi quasi è proibito andare.

Tu historia, una vez, nos la contó,
dios, tu hermanito con su guitarra,
tú estabas dormida baja la luna,
tú estabas feliz, pequeña Remedios,
espera que un día yo pueda decirte:
“te quiero, pequeña, chiquita, preciosa niñita,
piccola, piccola, piccola, pico, pico, pico, pico

piccola mia…”

 

E sono felice che tu mi abbia seguito, tra le code di gatti che ci indicano la via, io ho voluto soltanto farti vedere, che alla fine è facile poter credere che non bisogna mai rinunciare a rendere migliore qualcosa anche quando la luna si macchia di sangue e dolore, e il buio rimane per tutti noi l’unica soluzione per non soffrire e per non patire le vessazioni di quelli che ancora ci dicono che è sbagliato sentire emozioni ed amare solo perché per loro è anormale. E ora ti saluto mia piccola stella, io devo andare avanti e continuare a cercare, quel posto dove tutto questo possa ancora accadere, quel posto dove io e te ci possiamo incontrare.

El sol en tu frente y en la sonrisa,
blanca orguidea, alma y paloma
y la alegría, tú cantas consuelo,
tú cantas esperanza, tú cantas remedios
espera que un día yo pueda decirte:
“te quiero, pequeña, chiquita, preciosa,
hermos, piccola, piccola, piccola,
piccola, pico, pico, pico…”

 

DEDICATO A TUTTI QUELLI CHE ANCORA, OGGI NON HANNO SMESSO DI CREDERE, E DEDICATO A MIA FIGLIA, CON LA PROMESSA CHE PRIMA O POI POTRO’ INCONTRARLA E DARLE UN NOME …

 La la la la – la, la la la la-laa …

 La la la la-la , la la la la-laà ..

 

ON AIR : Gabriella Ferri – “Remedios”

J.F.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 13 gennaio 2011 in Blog, Vita

 

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: