RSS

Un Anno Nuovo

01 Gen

Mentre le note scorrono tra i paesaggi della mia mente, oggi ho provato l’irrefrenabile desiderio di lasciare che le mie dita componessero parole di aspettativa.

Un nuovo anno è arrivato a bussare nelle vite di tutti quanti, e chissà quanti sono i desideri che appaiono negli occhi delle persone a malapena il primo giorno, quando davanti si dipanano ancora 365 giorni in cui tutto può cambiare, modificarsi, o semplicemente non muoversi per replicarsi sempre uguale a sé stesso.

Mi auguro che quest’ann0 sia fatto di sole tre cose: Vento, Acqua e Luce.

Vento che possa scacciare la polvere in ogni direzione lontano dalle idee che prendono forma e fioriscono tra le mie mani, vento che si porti via le mie pagine per portarle dovunque ce ne sia bisogno. Basta poco, solo che chi le riceva possa fare un sorriso sulla parola fine e lasciarsi navigare dalle emozioni che in esse sono contenute.

Acqua che possa legare le terre divise dal mare, dove esiste da qualche parte qualcuno di cui ancora non riesco a liberarmi, perchè in quest’anno io riesca nuovamente a varcare quel confine solo per poter vedere desideri inquieti che magari continuano a cercarmi ma che finalmente non saranno più capaci di riconoscermi e riacchiapparmi.

Luce che illumini cammini, sentieri e strade, luce di riflettori che purificano ogni cosa e che presagiscono solo vantaggi di aver realizzato qualcosa che val la pena ricordare. Ma anche luce che illuminando il viso di chi soffre possa lenire il gelo della sofferenza e spalancargli il cuore a ricevere l’unica cosa che trascina l’uomo verso i propri desideri: la speranza.

Questo è l’unico augurio che riesco a fare.

E a te che passi… un  augurio di un 2011 ricco di quello che desideri davvero.

J. F. MASTINU

Annunci
 
2 commenti

Pubblicato da su 1 gennaio 2011 in Blog, Vita

 

Tag: , , ,

2 risposte a “Un Anno Nuovo

  1. Dna Sconosciuto

    4 gennaio 2011 at 15:25

    Hai già letto come la penso in merito. Piuttosto, quello che tendiamo a dimenticare è che gli anni, i mesi, le settimane ed i giorni sono pure convenzioni sociali: ciò che conta veramente è il tempo che passa e trascorre inesorabile. In questa – logica – ottica, non ci si può aspettare granché, ed a pensarci bene trovo stupido anche il solo “sperare” in certe cose solo perché è iniziato un altro “anno”. Per cambiare la rotta che questo triste e stanco mondo sta percorrendo, non basta un anno nuovo: ci vogliono un cervello, un cuore e delle volontà in più.

    Giancarlo

     
    • jfmastinu

      4 gennaio 2011 at 22:26

      È vero … Parliamo di convenzioni temporali in cui la società umana si è organizzata per gestire la propria quotidianità. Ma di fatto credo che smantellare questo impianto … Beh, sia abbastanza complicato. A rileggerti!

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: